<IMG SRC="mare.gif" WIDTH=750 HEIGHT=100 usemap="#mare" BORDER=0>
In sede col consulente
FACCIA A FACCIA CON IL CONSULENTE
E' un personaggio che fa domande sul vostro lavoro, la vostra situazione familiare, le vostre prospettive previdenziali, il tipo dei vostri risparmi. Ma tanta curiosità non è un vizio: fa parte del mestiere di consulente previdenziale. Il suo compito è consigliarvi nel migliore dei modi, far sì che possiate scegliere la soluzione più adatta. Per questo è necessario che conosca la vostra situazione familiare (siete sposati, avete figli, di che età) e previdenziale ( che tipo di copertura obbligatoria avete, quale sarà il vostro reddito quando sarete in pensione, quali precauzioni avete già iniziato a prendere).

RISPONDERE ALLE DOMANDE
Rispondere a queste domande è indispensabile per realizzare insieme, una vera e propria pianificazione previdenziale. Non si tratta di esercizio di alta finanza. Significa semplicemente pensare al proprio futuro, nel lungo periodo: di quia al giorno della pensione, e oltre. Significa mettere a fuoco gli obiettivi (certezza di precostituire un reddito integrativo per il giorno in cui vi ritirerete dal lavoro, fare in modo che i vostri figli abbiano un avvenire tranquillo e sereno, qualunque cosa accada) e conciliarli con le disponibilità immediate. Stabilire, in sostanza, quanto sarebbe necessario e quanto potete risparmiare per il vostro futuro, considerando le necessità che dovrà frattanto affrontare la vostra famiglia, e qual è l’investimento che risponde meglio ai vostri obiettivi.

... E CHIARIRE TUTTI I DUBBI
E’ importante che tra voi e il vostro consulente si instauri un dialogo approfondito. E questo è il punto di partenza obbligato perché possiate ricevere un meditato consiglio. Non esitate a fare domande, a chiedere chiarimenti: quello che il consulente vi spiega deve essere del tutto chiaro, e darvi spiegazioni è proprio la funzione professionale più importante. Nell’illustrarvi il tipo di contratto che ritiene più rispondente alle vostre necessità, Il consulente è tenuto, per legge, a consegnarvi la “nota informativa” che spiega gli aspetti essenziali della polizza in questione (ne parleremo più avanti). Una attenta lettura della “nota”, fatta insieme al consulente, vi consentirà ulteriori approfondimenti e vi farà capire se la soluzione prospettata è effettivamente quella che risponde meglio alle vostre esigenze previdenziali. Eviterete così di incorrere negli svantaggi che derivano da una scelta sbagliata.



Agenti Generali per il Lloyd Adriatico
Siamo a Pordenone  in Via Locchi, 19/A - tel. 0434 312400 fax 0434 312535
Orario: Lun/Gio dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00
VENERDI' NO STOP dalle 8.30 alle 18.00